Simone Moro: La voce del ghiaccio

Questo libro, un regalo di Alessandra, mi ha accompagnato in Francia e si legge con piacere. Ogni pagina è un passo verso la vetta accompagnati dal rassicurante Simone. Nel suo racconto si percepiscono il freddo della vetta, la fatica, la gioia, i momenti di sconforto, la sofferenza per raggiungere l’obiettivo e infine il tepore della tenda mensa e il profumo del the. Un racconto avvincente che porta il lettore a comprendere quanto l’uomo è piccolo e impotente davanti alla maestosità della natura ma nello stesso tempo l’importanza della determinazione quella determinazione, trasmessa da Simone pagina dopo pagina, che lo ha portato a scalare le vette del mondo in invernale. Un racconto avvincente e reso ancor più affascinante quando scopri che il libro è stato scritto nella tenda del campo base durante l’ascensione, invernale, al Nanga Parbat (2011). Un libro che suggerisco agli appassionati e praticanti della montagna ma anche a quanti non ci sono mai stati, un libro che offre tanti spunti di riflessione per raggiungere le vette della quotidianità. Il libro è edito da Rizzoli. Buona lettura.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *